Consigli di Seduzione per diventare un Uomo

Come fare un Massaggio Erotico e Sensuale

ott 24, 11 • Sesso1 CommentRead More »

massaggio

Sempre più uomini mi chiedono come effettuare un buon massaggio rilassante e, quindi, ho pensato di postare una rubrica video nella quale è possibile imparare alcune tecniche tipiche di un buon massaggio. I video sono solo una parte di tutto quello che è possibile fare con ad una “potenziale” partner e youtube ci dà una mano.

Un massaggio rilassante non deve essere per forza di cose un massaggio curativo anche perchè per imparare tecniche curative è opportuno fare una scuola di massaggi e studiare per molto tempo oltre che fare molta pratica. Poi se cominciate ad appassianarvi e volete fare “gli esperti” potete mettervi in casa un lettino da massaggi acquistabile anche online da 80€ in su.



Oltre al lettino preparate per il vostro massaggio rilassante dell’olio come ad esempio il Johnson Baby e dell’incenso con un aroma non troppo forte. Ovviamento un “set-up” di questo tipo può essere troppo impegnativo se conoscete la ragazza da troppo poco tempo, inizia con qualcosa di meno impegnativo e a minor “investimento/rischio” per lei: sul collo senza nessun unguento. Quindi se è nello stato giusto, è importante inoltre mettere delle musica classica in sottofondo, la musica classica è ricca di frequenze alte che aiutano la stimolazione degli organi sensoriali.

Tenete sempre le mani calde. La cosa più brutta per un massaggio è avere le mani fredde. Prima di iniziare il massaggio rilassante, fate di tutto per scaldarvi le mani, magari anche sotto l’acqua calda per qualche secondo. Ora è tutto pronto per il vostro massaggio.

Qual’è il miglior massaggio per farla ululare di piacere?

Il nostro obiettivo potrebbe essere quello di incrementare il suo comfort al nostro tatto, dimostrandole così anche una nostra particolare abilità e che siamo totalmente a nostro agio nel toccare belle ragazze (DHV). Con il tempo, se all’inizio hai qualche timore nella kino, il massaggio ti aiuterà a darti maggiore sicurezza e confidenza del tuo corpo e della gestione della prossemica.

Ecco 7 trucchi per saltare da C1 a S3 in pochi minuti

(altro che 7 ore!!!):

  1. Il presupposto: l’intenzione.

    Ciò che distingue un massaggio qualsiasi da uno coinvolgente e in grado di stimolare il desiderio sessuale è innanzitutto l’energia mentale impiegata e trasmessa da chi lo esegue. In pratica è importante avere dentro di sé una forte dose di motivazione e di voglia di fare “quel” massaggio a “lei”. La migliore tecnica, senza l’aggiunta di una certa predisposizione d’animo, non basta. Quindi, esegui il massaggio trasmettendo passione/amore senza però chiedere nulla in cambio e… non esagerare trasformandoti in un maniaco!

  2. Creare e tenere un ritmo.

    Un altro fattore di coinvolgimento da tenere presente durante il massaggio è il ritmo: è importante perché rappresenta un fattore in grado di aiutare l’altra persona a rilassarsi. Dunque bisogna stabilirne uno, orientandosi su una certa velocità e pressione. Se si può cambiare ritmo? Certo! Anzi, io consiglio di variarlo ciclicamente. L’importante è agire sempre in maniera graduale, evitando passaggi netti e bruschi, che possano colpire e disturbare la persona che, in quel momento si sta rilassando

  3. Sincronizzarsi sul suo respiro.

    Secondo gli esperti, un altro fattore che aiuta a entrare in sintonia con lei e a regalargli un massaggio piacevole e coinvolgente è rappresentato dalla capacità di sincronizzarsi sul suo respiro. Per farlo, bisogna prima sentirlo e, a tal proposito, vale la pena di ricordare questo: parla solo per neutralizzare le tensioni e per metterla a suo agio… poi rallenta il tono, la velocità e il volume della tua voce per portarla in un ambiente più intimo e tranquillo dove lei comunque si sente a proprio agio.

  4. Massaggiare con tutto il corpo.

    Non esistono solo le mani: spesso non ci si pensa, eppure si può massaggiare con tutto il corpo. Quindi, si possono coinvolgere l’avambraccio ma eviterei di appoggiarglielo sulla spalla :). Un’altra parte del corpo che vale la pena di coinvolgere nel massaggio della ragazza sono le chiappe, ma su questo va dedicato un discorso a parte.

  5. Spaziare spaziare spaziare.

    Zone erogene e punti sensibili: ci sono davvero diverse parti del corpo che di solito vengono stimolati durante i preliminari. Perchè non approfittarne? Si può massaggiare la testa della ragazza e giocherellare con i suoi capelli, tenendoli fra le dita e magari tirandoli piano piano; si possono stuzzicare le orecchie (anche con leggeri soffi); si può massaggiare l’interno coscia, zona estremamente erogena e spesso, invece, tralasciata

  6. Sciogliere le tensioni muscolari.

    Nel massaggio come nella seduzione, l’eccitazione passa anche per il grado di rilassatezza. Perché per lasciarsi andare non bisogna avere pensieri e preoccupazioni per la testa. Ma neanche stanchezza e stress a livello fisico. In tal senso, tornano utili i massaggi da fare sul collo, sul trapezio e lungo tutta la schiena. Massaggi da poter fare anche con le nocche delle dita. Solo una precisazione: se lei appare particolarmente stanca o nervosa e lascia intendere di non voler ricevere massaggi o premure simili, è meglio non insistere. Un massaggio può rilassare (e poi eccitare) solo chi ha voglia di riceverlo

  7. Conoscere i movimenti base.

    Ultimo ma non ultimo ingrediente che può fare la differenza è la conoscenza di quello che stiamo facendo. A parole è difficile da spiegare, quindi il mio consiglio è quello di seguire un corso pratico di massaggi o comprare/vedere dei video e fare PRATICA…. La “scusa” del fare pratica con una ragazza può anche essere anche un buon metodo per estrarla… Ed è per questo che la NWS di Novembre conterrà un video di quasi 2 ore per imparare i segreti del massaggio! Da non perdere, soprattutto per la super offerta del mese

Tags: ,

One Response to Come fare un Massaggio Erotico e Sensuale

  1. spike scrive:

    Lo voglio !!!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>